Essere Shalom

capasershalom

“Il Signore nostro Dio, che merita tutto l’amore del mondo, realizza un’opera in mezzo a noi : un’opera nuova, un cammino nuovo. Questo cammino è reale e ogni giorno che passa io sento che si concretizza molto fortemente nel mio cuore. É qualcosa di nuovo, è qualcosa di meraviglioso. Sento come se Dio volesse dare al mondo ancora una manifestazione della sua potenza creatrice.” ( Scritto Opera Nuova )

 In ogni momento, lo Spirito Santo dona alla Chiesa le grazie necessarie per rispondere alle sfide contemporanee. Il Carisma é uno di quei doni divini concessi alla Chiesa per rinnovare e aggiornare l’esperienza del Vangelo. Così si rivelò al mondo il Carisma Shalom, che fiorì nel cuore di Moysés Azevedo durante l’incontro con il Papa Giovanni Paolo II, nel 1982. Dio chiamò le persone ad assumere questa grazia nelle proprie vite, dando loro una vocazione specifica: Shalom.

Il vivere la Vocazione Shalom all’interno della Comunità, si basa sull’esperienza con Gesù Cristo, il Risorto che fu Crocifisso, narrata nel Vangelo di Giovanni.

“ Incontrando i discepoli nel Cenacolo, Gesù Risorto disse loro : Pace a voi! (Gv 20,19), ovvero, Shalom! In Gesù, questo saluto è una reale comunicazione della Pace, cioè, di ogni tipo di benedizioni spirituali e materiali, la felicità perfetta che il Messia ci porta. E, infine, l’annuncio e la donazione della salvezza piena”(Preambolo degli Statuti).

Gesù è lo Shalom del Padre per il mondo, l’unica e vera Pace che l’umanità può avere. Come i discepoli di Cristo furono da Lui inviati in quell’occasione, per piantare la Pace nel cuore degli uomini, i vocazionati sono chiamati ad annunciarla con la vita e la testimonianza. “ Essere Shalom “ significa, per il potere dello Spirito Santo, essere discepolo e ministro della Pace e portare Cristo a quelli che sperano in Lui.

Per quelli che furono chiamati a corrispondere la Vocazione, Dio concede il cammino della Contemplazione, Unità e Evangelizzazione.

Dalla Contemplazione del Risorto, che soffia sui discepoli, germoglia la forza dell’Evangelizzazione. Così ispirata, la Comunità si impegna per annunciare lo stesso e unico Vangelo di Nostro Signore Gesù con efficacia, audacia e creatività. Per vivere la Vocazione è necessario, ancora, immergersi nello spirito di carità secondo la maniera delle prime comunità cristiane, riflettendo l’Unità della comunione amorosa del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

 

Comunità di Alleanza
Comunità di Vita
Forme di Vita

02

La Comunità di Alleanza è chiamata a seguire Gesù Cristo nel mezzo della vita familiare e delle attività professionali, impegnandosi a viverle secondo la vocazione Shalom.

I Suoi membri devono essere“luce del mondo e sale della terra” nella società secolare. Si riuniscono due volte alla settimana in Cellule Comunitarie, dove pregano, coltivano la vita fraterna e ricevono la formazione secondo la Parola di Dio, il Magistero della Chiesa e il Carisma Shalom.

Accolgono la chiamata di Dio a vivere la povertà, dividendo i propri doni e i talenti, attraverso l’apostolato e la Comunione de Beni.

Dato che lo spirito missionario è elemento essenziale del Carisma Shalom, anche i membri della Comunità di Alleanza possono essere inviati in missione dove la Chiesa e l’umanità dimostrano la necessità della sua testimonianza.

04

La vocazione alla Comunità Shalom può essere vissuta in due dimensioni complementari: la Comunità di Vita e la Comunità di Alleanza.“ Nella Comunità di Vita, la nostra realizzazione non starà più in quello che il mondo può offrire, ma starà esattamente nella rinuncia a tutto questo, per una dedizione piena a Dio e al servizio nella Sua Vigna” ( Statuti della Comunità Cattolica Shalom )

La Comunità di Vita è Il nucleo centrale della Comunità Shalom. Il suo stile di vita riproduce il modello delle prime comunità cristiane, che mettevano tutto in comune, rinunciando al possesso di beni materiali, progetti e piani personali.

I Suoi membri sono missionari di entrambi i sessi e di forme di vita diverse, chiamati, per amore a Dio, a seguire Gesù Cristo attraverso una dedizione particolare alla preghiera, alla vita fraterna e al servizio nell’Opera. Vivono in case comunitarie e sono inviati in missione secondo l’appello della Chiesa e il discernimento della Comunità.

 

capaformasdevida

Stato di vita o forma di vita è un dono che Dio concede a ogni persona, con l’obiettivo di permetterle di amare e servire. La Comunità Shalom è composta da fedeli provenienti da varie forme di vita: celibi per il Regno dei Cieli; coppie e single; sacerdoti, diaconi e seminaristi. Uniti da una consacrazione di vita, essi hanno come modello la diversità e l’unità delle tre persone della Santissima Trinità: Padre, Figlio e Spirito Santo.

Nella Comunità, i sacerdoti vivono il proprio ministero secondo lo spirito stesso della Vocazione, al servizio della Chiesa e dei fratelli. Non sono un ramo distinto della Comunità, ma tutti sono integrati in un unico corpo comunitario, con le stesse grazie e rinunce che implica. Riflettono l’amore redentore della persona del Figlio, Gesù Cristo e agiscono come strumento di vita riconciliata attraverso i sacramenti.

Segnali dell’amore del Padre, le coppie agiscono come strumenti generatori di vita e di animazione dello spirito di famiglia. Sono membri legittimi della Comunità e abbracciano la Vocazione Shalom con tutte le benedizioni e le esigenze proprie. Una volta alla settimana, genitori e figli si riuniscono nelle loro case per pregare e celebrare la gioia della presenza di Dio in mezzo a loro. Nella Comunità di Vita, le famiglie hanno un ambiente riservato dove poter mantenere la propria privacy e avere del tempo disponibile per interagire con i propri figli.

I celibi riflettono sulla persona dello Spirito Santo e agiscono come strumento di fecondità e di potere spirituale per la Comunità e la Chiesa. Come Membri legittimi della Comunità, essi hanno gli stessi diritti e doveri degli altri fratelli.

Read more