Un pezzo di Cielo

Sedersi al tavolo’ della vita comunitaria e missionaria della Comunità Shalom nel cuore del mondo. L’irradiazione della missione.

12274761_922607837823371_6096174979704378078_nNel mese di novembre 2015, si è svolto nella città di Evry, in Francia, un congresso internazionale per i giovani dell’Opera Shalom presenti nel continente europeo (inclusi alcuni giovani della Tunisia, del Madagascar, della Terra Santa, del Canada e del Brasile). Esattamente una settimana dopo i tristi attacchi terroristici nella città di Parigi, il 13 novembre 2015, 400 giovani della Comunità Shalom, da circa 15 paesi, sono arrivati in Francia come dei “giovani per la pace“. In un luogo che in quel momento sentiva il dolore del terrore e dell’odio, abbiamo potuto vedere i nostri giovani, come a Pentecoste, godendo insieme dell’esperienza della Pace di Gesù Cristo Risorto e ricevendo da Lui un nuovo invio missionario, frutto di una forte effusione dello Spirito Santo.

Qui, non c’erano barriere linguistiche o culturali, c’era solo “Shalom,” la Riconciliazione, la Comunione! Il ‘diverso’ non era una minaccia, ma un’opportunità di unità! Non c’erano pareti, c’erano ponti tra le nazioni, perché c’erano veramente “ponti spirituali” tra quei giovani. E’ stata una vera e propria esperienza di paradiso, un pezzo di Cielo! Giovani provenienti da diverse parti del mondo, pregando insieme, sorridendo insieme, divertendosi insieme, cantando e lodando Dio insieme … un pezzo di Cielo!

Nella stessa occasione, abbiamo preparato uno spazio chiamato ‘Youth Fest‘ al secondo piano della  chiesa cattedrale di Evry, dove si è svolto l’evento. In questo spazio, c’era uno ‘Snack Bar Shalom’ e un piccolo palco. In questo “Festival della gioventù“, i giovani dei vari paesi sono stati in grado di portare un po’ della loro cultura da condividere con gli altri. L’atmosfera era diventata un “grande tavolo comune” sul quale abbiamo condiviso la nostra cultura, i nostri valori ed esperienze. Abbiamo visto un po’ di tutto: gli Italiani hanno recitato i testi di Dante Alighieri, gli spagnoli hanno ballato una loro danza tipica, gli olandesi hanno recitato un pezzo sul Natale, i polacchi hanno insegnato danze mentre facevano pubblicità per la GMG di Cracovia, i giovani arabi ci hanno insegnato a parlare un paio di frasi nella loro lingua, i francesi, gli anfitrioni della festa, hanno dato il tocco gastronomico predominante nella caffetteria, nella quale sono stati vendute torte salate e dolci negli intervalli degli eventi. I giovani brasiliani e ungheresi hanno animato l’evento, non parlando in portoghese o in ungherese, ma piuttosto in inglese!  

Che mistero…quel tavolo pieno! Un pezzo di Cielo!

L’iniziativa, tenutasi di recente, è stata una piccola immagine di ciò che Dio sta costruendo in mezzo a noi: comunione e missione.

Secondo la definizione dei suoi Statuti, la Comunità Cattolica Shalom ha per missione quella di contribuire a rinnovare l’azione evangelizzatrice della Chiesa, con nuovo ardore, nuovi metodi e nuove espressioni, cercando, per questo scopo, di trasformare le attività secolari in mezzi di evangelizzazione e santificazione del mondo.

Desiderosa di compiere la sua missione di condurre molti uomini e donne del nostro tempo ad un incontro personale con Gesù Cristo, il ‘Risorto che è passato per la croce’, la Comunità Shalom, guidata dallo Spirito Santo e confermata dalla Chiesa, avanza per trovare e toccare cuori, in particolare dei giovani dove questi si trovino. Con la creatività e la parresia (termine greco che, nel Nuovo Testamento, disegna la franchezza e l’audacia dei discepoli di Cristo nella missione di annunciare il Vangelo), vogliamo essere sempre più disponibili ad essere inviati a nuovi spazi, nuove terre e nuove persone per portare al mondo intero, con gioia, l’amore misericordioso di Dio.

Entro la fine del 2016 la Comunità Cattolica Shalom avrà raggiunto circa 170 diocesi in 27 paesi del mondo, in America, Europa, Africa e Asia.

La Comunità Shalom ha avuto il suo inizio in Brasile, un paese che ha ricevuto tanti missionari europei e di altre parti del mondo. Data l’urgenza della missione e l’evangelizzazione del mondo, siamo sempre stati guidati e mossi dalle parole di Gesù: “Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date” (Mt 10,8) Così, i primi missionari della Comunità Shalom, dal Brasile, hanno iniziato ad offrire la propria vita per la missione.

Nel corso degli anni, abbiamo visto che la Divina Provvidenza e la voce della Chiesa hanno aperto e dato impulso alla diffusione missionaria che è andata oltre i confini del Brasile, facendoci arrivare a varie parti del mondo. In molte nazioni, tanti giovani, famiglie, uomini e donne, hanno cominciato a identificarsi con il Carisma, la vita, la spiritualità e la missione della Comunità Shalom, e i signori vescovi hanno man mano confermato e incoraggiato la presenza e l’azione della nostra Comunità nelle loro diocesi.

In questo movimento missionario, la nostra ‘Famiglia Shalom’ ha cominciato a riflettere sempre più il “volto dell’umanità”, portando al “pasto comune” della nostra vita comunitaria e missionaria, persone di diverse culture e nazionalità … Oggi, per grazia di Dio, nell’Opera Shalom non ci sono solo brasiliani, ma anche italiani, francesi, uruguaiani, cileni, ungheresi, capoverdiani, guineani, polacchi, peruviani, canadesi, arabi, ecuadoriani, spagnoli, portoghesi, argentini, malgasci, cinesi, colombiani, boliviani, tedeschi, svizzeri, paraguaiani, congolesi, guineani, americani, olandesi … e questa famiglia è in crescita, rendendo il volto della nostra comunità missionaria sempre più coincidente con il “volto universale” della Chiesa.

Il Signore suscita doni e carismi per questo tempo nella vita della Chiesa e dell’umanità, al fine di generare un nuovo movimento missionario, per una nuova evangelizzazione. La Comunità Shalom, tutta protesa ad annunciare il Vangelo agli uomini e alle donne del terzo millennio, è parte di questa nuova fioritura. Vogliamo, con la grazia di questo Carisma che Dio ci ha affidato, in una vita di  Contemplazione, Unità ed Evangelizzazione, metterci al servizio della Chiesa in tutto il mondo, a disposizione per la missione.

Ecco una panoramica della Comunità Shalom nel mondo:

mapa-it-novo

Se siete interessati a conoscere meglio la vita e la missione della Comunità Shalom nel mondo, contattateci via e-mail office@comshalom.org

Se vuoi diventare un benefattore per contribuire all’azione dei missionari della Comunità Shalom in tutto il mondo, puoi aiutarci con una donazione a:

COMUNITA’ CATTOLICA SHALOM

IBAN: IT40W0335901600100000008887

BIC: BCITITMX

Conto corrente: 100000008887

Banca: Banca Prossima

FILIALE DI MILANO

20121 – PIAZZA PAOLO FERRARI 10 – MILANO

Fino ai confini della Terra!

P. Cristiano Pinheiro

Assistente Internazionale della Comunità Cattolica Shalom

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *