La Comunità Cattolica Shalom é un’Associazione Privata Internazionale di Fedeli, con personalità giuridica, riconosciuta dalla Santa Sede con il decreto del giorno 22 febbraio del 2007, insieme all’allora Pontificio Consiglio per i Laici (le cui competenze e funzioni attualmente sono assunte dal Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita). Nella stessa data, nel  2012, i suoi statuti hanno avuto la loro approvazione definitiva.

Presente in decine di paesi del mondo, la Comunità Cattolica Shalom è formata da uomini e donne che, nella diversità di forme di vita presenti nella Chiesa, si impegnano in una vita comunitaria e missionaria con lo scopo di portare il Vangelo di Gesù Cristo a tutti gli uomini e donne, specialmente quelli lontani da Cristo e dalla Chiesa.

In ogni tempo, lo Spirito Santo concede alla Chiesa le grazie necessarie per rispondere alle sfide contemporanee. Carisma è uno di quei doni divini versati sulla Chiesa per rinnovarla e attualizzarla all’esperienza del Vangelo. Così, è stato manifestato al mondo il Carisma Shalom, che sbocciò nel cuore di Moysés Azevedo durante l’incontro con Papa Giovanni Paolo II, nel 1980. Dio chiamò persone ad assumere questa grazia nelle loro vite, dando loro una vocazione specifica: Shalom.

Nata in mezzo ai giovani, l’Opera Shalom ebbe inizio a partire da una audace ispirazione: creare un’interfaccia che parlasse il linguaggio dei giovani, per creare un ponte fra loro e un’esperienza personale con Gesù e la sua Chiesa. Così nacque la prima "pizzeria del Signore" il giorno 9 luglio del 1982 a Fortaleza, Brasile: un luogo attraente dove i giovani avevano l’opportunità di sperimentare momenti di preghiera, fraternità e missione crescendo così nel loro cammino di fede.

Oggi per portare l’esperienza di Cristo a molti altri, in mezzo alle diversità dei popoli, delle culture e dei diversi contesti della società, Shalom realizza delle azioni evangelizzatrici diverse e multiformi in mezzo ai giovani, alle famiglie, ai bambini, ai poveri e a coloro che hanno bisogno, ai professionisti di diverse aree, nei mezzi di comunicazione, nel mondo delle arti, della scienza, della cultura e della promozione umana, attraverso opere di misericordia che toccano le diverse sofferenze che le persone attraversano.

Il vivere la Vocazione Shalom nella Comunità, si basa sull’ esperienza con Gesù Cristo, il Risorto, che passò per la Croce, narrata nel Vangelo di Giovanni.

"Incontrando i discepoli nel Cenacolo, Gesù Risorto disse loro: Pace a voi! (Gv 20,19), ovvero, Shalom! In Gesù, questo saluto è una reale comunicazione della Pace, cioè, di ogni tipo di benedizioni spirituali e materiali, la felicità perfetta che il Messia ci porta. È, infine, l’annuncio e la donazione della salvezza piena." (Preambolo del Statuti)

Gesù è lo Shalom del Padre per il mondo, la vera e unica Pace che l’umanità può avere. Come i discepoli di Cristo furono da Lui inviati, in quell’occasione, per piantare la Pace nel cuore degli uomini, i vocazionati sono chiamati ad annunziarla con la vita e la testimonianza. ‘’Essere Shalom’’significa, per il potere dello Spirito Santo, essere discepolo e ministro della Pace e portare Cristo a quelli che sperano in Lui.

Per coloro che sono stati chiamati alla Vocazione, Dio concede il cammino della Contemplazione, Unità ed Evangelizzazione.

Dalla Contemplazione del Risorto, che soffia sui discepoli, germoglia la forza dell’Evangelizzazione. Così ispirata, la Comunità si impegna ad annunciare lo stesso e unico Vangelo di Nostro Signore Gesù Cristo con efficacia, audacia e creatività. Per vivere la Vocazione è necessario, immergersi nello spirito della carità secondo le forme delle prime comunità cristiane, riflettendo su l’Unità della comunione amorosa del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

Per saperne di più:

Se desideri cominciare un cammino di discernimento vocazionale nella Comunità Shalom, cerca di entrare in un gruppo vocazionale della missione più vicina alla tua città o entra in contatto con la Sezione Vocazionale per cominciare il ‘’ cammino vocazionale a distanza ‘’ mandando una mail a: vocations@comshalom.org.

Il Cammino Vocazionale ha la durata minima di un anno ed inizia con l’Incontro Vocazionale Aperto (a Marzo o aprile di ogni anno). Ogni vocazionato è seguito e orientato da un Accompagnatore Vocazionale (direttore spirituale) per, nell’ascolto della volontà del Signore, discernire la chiamata alla vocazione Shalom o ad un‘altra nella Chiesa, sul tempo di maturità necessario per fare il passo concreto in direzione dell’ingresso nel postulantato della comunità di vita o di alleanza.