Foto: Unsplash
Shalom

È tempo di missione!

Quattro nuove missioni della Comunità Shalom in quattro diversi continenti.

Per evangelizzare i popoli più lontani, la Comunità Cattolica Shalom apre nel 2019 quattro nuove missioni in diversi continenti. Queste sono le nuove fondamenta che portano il carisma della Pace ai confini della terra.

Vieni a conoscere alcune delle città in cui la Comunità Shalom annuncerà il Cristo risorto.

 

Lione, Francia

Situato a 470 km da Parigi, la capitale della Francia, Lione è una città culturalmente importante. È stato dichiarato, nel 1998, Patrimonio Mondiale dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura (Unesco). È in questa città che si trova la Basilica di Notre-Dame de Fourvière, oltre a diversi conventi e la sede dei vescovi francesi.

Il Festival delle Luci fa parte del calendario degli eventi della città. La festa avviene in ringraziamento per l’intercessione della Vergine Maria prima della peste nera, che ha colpito gravemente parte della Francia. Si svolge a dicembre e attrae migliaia di visitatori.

 

New York, Stati Uniti


New York, la città più popolosa degli Stati Uniti, guadagnerà altri tre nuovi residenti. Sono i missionari della Comunità Cattolica Shalom che arriveranno presto a svolgere il lavoro di evangelizzazione annunciando il Cristo risorto.

Con molte aree verdi, la città è piena di parchi e piazze. Il suo patrono è San Patrizio. È anche noto per avere un numero importante di immigrati provenienti da varie parti del mondo. Sono tra le principali attrazioni turistiche la Statua della Libertà, Central Park, Times Square e la Fifth Avenue.

 

Melbourne, Australia


Una città con oltre 4 milioni di abitanti, Melbourne è la capitale dello stato di Victoria, in Australia. È un’area urbana molto importante per il paese, dopo Sydney, che dista 878 km. È in questa terra che verrà fondata la prima missione della Comunità Cattolica Shalom nel continente.

Melbourne è anche conosciuta come la capitale culturale dell’Australia, concentrando un ricco polo di arti sceniche e visive, nonché danza e letteratura. Attraverso le espressioni artistiche, i missionari possono annunciare il Cristo risorto agli australiani e ai visitatori della città.

 

Sucre, Bolivia

Sucre, capitale della Bolivia, è stata dichiarata patrimonio culturale mondiale dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura (UNESCO). Con oltre 2.800 metri di altitudine, la città è nota per la sua calma e per le case e gli edifici dipinti con colori chiari.

La Cattedrale Metropolitana è una delle bellezze architettoniche della capitale boliviana. Nel Mirador del Convento di San Filippo Neri, è possibile vedere una bella vista dell’intera regione.

 

Traduzione: Jhoanna Climacosa


Comentários

Avviso: I commenti sono di responsabilità degli autori e non ripresentano

O seu endereço de e-mail não será publicado. Campos obrigatórios são marcados com *.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *