Shalom

La campagna “Io Amo Shalom” festeggia 37 anni di vocazione

L’iniziativa cerca di motivare tutti coloro che sono stati raggiunti da Shalom per contribuire alla costruzione della Chiesa del Risorto.

Nel 2019, la Comunità cattolica Shalom compie 37 anni e ci sono molte ragioni per lodare Dio che ha scritto con amore e generosità la storia di questa Vocazione! Per celebrarla, la campagna “Io Amo Shalom” (Eu Amo Shalom) è stata lanciata nelle missioni comunitarie con l’iniziativa di rinnovare la gratitudine e la gioia per questo carisma. Questa azione cerca di motivare tutti coloro che sono stati raggiunti dallo Shalom a contribuire alla costruzione della Chiesa del Risorto che è passato per la Croce, la prima Chiesa eretta dalla Comunità.

Durante il periodo della campagna, i membri dell’Opera e della Comunità sono incoraggiati a testimoniare la loro gratitudine per la Vocazione, donando risorse per la costruzione della Chiesa e cercando nuovi donatori che desiderano far parte di questa ispirazione di Dio. L’apice del “Io Amo Shalom” sarà il 9 luglio nella Santa Messa per l’anniversario del Carisma. Nell’Offertorio l’assemblea depositerà davanti all’altare del Signore il dono materiale che sarà destinato alla Chiesa del Risorto, una costruzione che sarà espressione del Carisma Shalom al mondo intero.

Sarà un luogo dalle porte aperte, dal cuore aperto per ricevere così tante persone che verranno qui e che sperimenteranno la misericordia di Dio, la forza di risurrezione di Cristo, il Risorto che è passato attraverso la croce e che porta il dono della Pace. In esso i missionari saranno inviati in tutto il mondo.” (Moysés Azevedo – fondatore della Comunità)

Fai la tua donazione

Aiuta a costruire la Chiesa del Risorto che è passato per la croce!

La tua donazione permette di continuare questo lavoro!

 

Perché siamo grati?

Fernando Batista (Mossoró-RN)
“Sono grato a Dio per i 37 anni della Comunità Shalom perché è stato attraverso questa vocazione che ho trovato il mio posto nella Chiesa, che ho avuto una profonda esperienza con l’amore di Dio e so che il suo amore è infinito e costante nella mia vita.”

Cristiane e Rafael Cirilo (Natal-RN)
Cristiane: “Sono grata ai 37 anni di Shalom perché era un modo nuovo per me di vedere Dio e stare con Lui più intimamente e che ha trasformato la mia vita e la mia famiglia.”

Rafael: “Sono il marito di Cristiane e il padre di Pedro e Maria Ester. Essere parte della storia dei 37 anni di Shalom è avere un’esperienza molto forte con Dio, un rinnovamento di vita ed è anche una grazia mettere i miei figli su questo cammino di conversione. A partire dalla nostra esperienza di Dio, molte mentalità sbagliate nelle nostre vite sono state infrante!”

Lucas Júnior (Araraquara-SP)
“Sono grato per i suoi 37 anni: in questa comunità ho veramente trovato la mia vita, il mio cammino verso Dio, la santità e in lei, vivendo questo cammino di contemplazione, unità ed evangelizzazione, scopro ogni giorno la vera gioia di appartenere a Dio e che è possibile essere santi. Oggi frequento da 3 anni e 1 mese Isabela Reis, una missionaria della Comunità di Vita a Natal: vivere nella Comunità lo stato di vita del matrimonio è stato anche questo grande dono che ho ricevuto nella Comunità.”

 

Traduzione: Jhoanna Climacosa


Comentários

Avviso: I commenti sono di responsabilità degli autori e non ripresentano

O seu endereço de e-mail não será publicado. Campos obrigatórios são marcados com *.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *